I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

IL COMUNE

 

albo online

 

governo 

 

uffici

 

 amministrazione trasparente

 

pec

 

statistiche

PSA

 

psc

SPILINGA - JOPPOLO - RICADI

Anticorruzione

 

ant

Modulistica edilizia e attività commerciali

 

edilizia

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Consorzio

'nduja

PROTEZIONE CIVILE

 

protezione civile

SERVIZI ONLINE

SUAP

 

imu

 

fatturazione

 

res

 

moduslitica 

 

autocertificazioni

 

segnalazioni

foto

RSS di - ANSA.it

Notizie non disponibili

Area riservata

 

mail

 

pec

 

firma

IL COMUNE INFORMA

Il 22 agosto a Spilinga il "Festival Internazionale della Lyra del Mediterraneo"
Data pubblicazione : 04-08-2010

liraAl Festival, prenderanno parte musicisti e gruppi musicali dell’area del Mediterraneo, dove ancora oggi si suona la “Lyra”, un antico strumento musicale introdotto dall’Impero Bizantino in tutti i principali paesi del Mediterraneo, intorno all’anno mille. Spilinga, infatti, si vuole caratterizzare come centro della cultura Mediterranea, tra enogastronomia, tradizioni e musica popolare con dei corsi formativi promossi dal Comune in una scuola per stranieri già operativa (dal 1 luglio) che ospita attualmente studenti provenienti da Argentina, Algeria, Montenegro, Estonia, Repubblica Ceca, Grecia. Il corso formativo sulla musica popolare è tenuto proprio dal maestro Franco Pontoriero, ideatore dello stesso "Festival Internazionale della Lyra del mediterraneo".

 

manifestao lira“1 °Festival Internazionale della Lira del Mediterraneo”
1° FESTIVAL INTERNAZIONALE
DELLA LYRA DEL MEDITERRANEO
Spilinga (VV) 22 agosto 2010

Il 1° “Festival Internazionale della Lyra del Mediterraneo” è una manifestazione culturale-musicale promossa dall’Associazione “LiraBattente”, dal Comune di Spilinga e dall’Assessorato Alla Cultura della Provincia di Vibo Valentia che avrà luogo a Spilinga (VV) il 22 Agosto 2010.
Al Festival Musicale prenderanno parte musicisti e gruppi musicali dell’area del Mediterraneo, dove ancora oggi si suona la “Lyra”, un antico strumento musicale introdotto dall’Impero Bizantino in tutti i principali paesi del Mediterraneo, intorno all’anno mille. La lira era originariamente lo stesso strumento musicale portato e diffuso dai Bizantini. Nel corso dei secoli, però, questo strumento ha subito delle trasformazioni ed è stato utilizzato in modo differente nei diversi paesi del Mediterraneo in cui si adopera ancora oggi, nelle sue diverse varianti:
- in Grecia ( dove ha assunto il nome di Lyra);
- in Spagna (dove ha assunto il nome di Rabel );
- in Turchia (dove ha assunto il nome di Kemence);
- in Bulgaria (dove ha assunto il nome di Gadulka)
- in Croazia ( dove ha assunto il nome di Lijerica)
- in Calabria (dove ha assunto il nome di Lira Calabrese).

Il Programma della 1° Edizione è il seguente:
- Ore 19:00 Convegno:


- Saluti dalle autorità: Dott. Franco Barbalace (Sindaco di Spilinga) e Avvocato Michele Mirabello, Assessore alla Cultura della Provincia di Vibo Valentia.
- Le origini della Lyra del Mediterraneo – Pino Cinquegrana (giornalista ed antropologo);
- La Lyra in Calabria – Danilo Gatto (musicista, ricercatore componente dell’Arpa);
- Esecuzioni di suonate alla Lyra da parte di Alexios Partinous (Grecia) e Federica e Simonetta Santoro (Calabria).

  • Mostra di diversi modelli di Lyra della Grecia e della Calabria.
  • Ore 20:30: Apertura stands gastronomici
  • Ore 21:30: Concerto dei Methorios (Grecia).
  • Ore 22:30: I “Fedelira” (Federica e Simonetta Santoro)
  • Ore 22:45: Maestro Ciccio Nocera.
  • Ore 23.00: Cantante italocanadese Marisa Buffone
  • Ore 23.15: Concerto del Gruppo di Musica Popolare I “LiraBattente” (Calabria)
  • Ore 01.00 "Camejuzzu i focu"

    OBIETTIVI
    Gli obiettivi principali del Festival sono:

    1. dimostrare che, sia pure con alcune differenze, gli strumenti di musica popolare usati in alcuni paesi del Mediterraeo e cioè Lyra (Grecia), Rabel ( Spagna), Lijerica (Croazia) Kemence (Turchia), Gadulka (Bulgaria), Lira Calabrese (Area Locride e del Monte Poro) sono tutti discendenti di un unico ed antico strumento portato dalla civiltà Bizantina.

    2. diffondere la conoscenza, l’uso ed il repertorio di questo antico strumento musicale.

    3. favorire gli scambi culturali-musicali tra diversi popoli dell’area del Mediterraeo.

    4. promuovere e valorizzare la zona del Monte Poro, unica assieme all’area Locride della Calabria, dove un tempo si suonava la Lira calabrese.
     
indietro

Comune di Spilinga

P.IVA 00322880790

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.313 secondi
Powered by Asmenet Calabria